In evidenza

CINA FESTEGGIA FESTA DELLE LANTERNE

CINA FESTEGGIA FESTA DELLE LANTERNE


di Giovanna Tescione

Twitter@GiTescione

 

Roma, 5 mar. – Naso all’insù per i cinesi che ieri sera hanno celebrato  l’inizio della Festa delle Lanterne e la fine delle festività del  Capodanno cinese, il 19 febbraio scorso, con fuochi d’artificio e  milioni di lanterne appese nelle strade di tutte le città.

Il Festival, anche conosciuto come Yuan Xiao o ‘Shang Yuan festival’,  cade nel 15esimo giorno del primo mese lunare e corrisponde anche alla  prima sera di luna piena. Un momento per ritrovarsi con amici e  familiari prima di ritornare alla routine di sempre e ammirare insieme  le lanterne, oltre che gustare il piatto tipico, gli yuanxiao, ossia  palline di farina di riso glutinoso.

La festa, considerata la più caotica della tradizione cinese e  paragonata al Carnevale occidentale, ha una tradizione di oltre 2mila  anni e prevede oltre che si regalino gli yuanxiao come buon augurio  anche la partecipazione alle tradizionali sfilate dei draghi, tutto  mentre si cerca di risolvere gli indovinelli che per tradizione vengono  incollati sulle lanterne.

Ma il Festival delle Lanterne è anche altro. Da tradizione è infatti  considerato una sorta di giorno di San Valentino e un’occasione per le  giovani donne, che normalmente non potevano uscire di casa, di  partecipare alla festa e fare nuove amicizie.

È rimasto vuoto invece lo Yuan Garden di Shanghai, sul Bund dove  tradizionalmente si tenevano i festeggiamenti per il Festival. Già a  gennaio la città ne aveva annunciato la cancellazione, dopo la tragedia  avvenuta la notte dell’ultimo dell’anno che ha causato la morte di 36  persone, per la maggior parte ragazzi tra i venti e i trent’anni.

 

05 marzo 2015


© Riproduzione riservata